Depistaggi possibili e amori impossibili, serata anti-mafia a Cornaredo

500 volontari per la Giornata del Verde pulito nella valle del Lura
12 Ottobre 2021
Mostra tutto

Depistaggi possibili e amori impossibili, serata anti-mafia a Cornaredo

street art

Storie d’amore e di amicizia impossibili vissute da ragazze e ragazzi saranno al centro della serata ‘Depistaggi possibili e amori impossibili’ a Cornaredo mercoledì 10 novembre, dove prosegue il percorso dedicato alla legalità e al tema #Resilienza Non Cadere nell’Indifferenza, all’Auditorium della biblioteca comunale di Cornaredo, organizzata dal Comune di Cornaredo, con i ragazzi della Consulta Giovani, del Consiglio Comunale dei ragazzi e delle Ragazze e del Centro Giovanile e da Koinè cooperativa sociale.

La serata del 10 novembre inizierà alle 21.00 all’Auditorium in piazza della Libertà 1 e saranno presenti:

  • SALVATORE BORSELLINO, fratello di Paolo, magistrato anti mafia ucciso con la sua scorta nel 1992
  • STEFANO MORMILE fratello di Umberto, educatore che lavorava nel carcere di Opera ucciso in un agguato nel 1990
  • PAOLO BORROMETI giornalista (intervento online)
  • DAVID GENTILI presidente della commissione antimafia del Comune di Milano

PRENOTAZIONE POSTI
Per partecipare alla serata sarà necessario esibire il Green pass, indossare la mascherina e prenotare un posto al tel 391-7240402 email cpg.cornaredo2@gmail.com

Come anticipato dal titolo ‘Depistaggi possibili e amori impossibili’ durante la serata i racconti dei ragazzi e degli ospiti metteranno in relazione le mistificazioni, i depistaggi e le calunnie tipiche degli ambienti dove detta legge la criminalità, con l’impossibilità di vivere amicizie o storie d’amore autentiche. Negli ambienti dove vige l’illegalità infatti la prepotenza e l’apparenza fine a sè stessa sono vissuti come valori positivi e anche le storie d’amore e di amicizia sono compromesse.

Le ragazze e i ragazzi di Cornaredo, con il supporto del Comune e il lavoro degli educatori di Koinè cooperativa sociale approfondiscono da tempo il tema della legalità e della lotta alla mafia attraverso eventi, serate, incontri speciali con testimoni anti-mafia. Il loro impegno è visibile nel muro della legalità in via dei Mille.  “La mafia uccide, il silenzio pure” – “Se si insegnasse la bellezza alla gente la si fornirebbe di un’arma contro l’omertà” – citazione di Peppino Impastato, sono tra le frasi che arricchiscono i murales realizzati nel 2018  sui muri esterni dell’Ufficio Tecnico di Cornaredo, oltre alla riproduzione dei volti di Don Puglisi, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Peppino Impastato scelti per quanto hanno fatto nella loro vita per contrastare la mafia. Dal luglio 2020 il muro ha quattro nuovi volti: dell’agente agente di polizia ucciso 31 anni fa e che ancora attende giustizia Nino Agostino e della moglie Ida Castelluccio, dell’educatore Umberto Mormile educatore che lavorava nel carcere di Opera ucciso in un agguato mafioso l’11 aprile del 1990 e Armida Miserere una delle prime donne alla guida di alcuni istituti di pena italiani.

ida e nino agostino

Il 13 febbraio 2020 all’auditorium comunale questi stessi nomi sono stati protagonisti di un  viaggio tra legalità, giustizia e voglia di verità, in occasione della serata organizzata dal Comune di Cornaredo e Koinè cooperativa sociale, dal titolo ‘Da Cornaredo a Palermo – #resilienza non cadere nell’indifferenza’, sostenuta da ANCI e Regione Lombardia con il bando “La Lombardia è dei giovani”.

La serata del 10 novembre è una nuova tappa di questo lungo percorso. Per partecipare alla serata sarà necessario esibire il Green pass, indossare la mascherina e prenotare un posto al tel 391-7240402 email cpg.cornaredo2@gmail.com  

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Obbligo di prenotazione Lamara ilSilenz QUOCiD #Resilienza Non PURE! Cadere nell'Indifferenza Mercoledì 10 Novembre Auditorium di Cornaredo, Ore 21.00 Piazza della Libertà Iragazzi della Consulta Giovani, del CCRR e del Centro Giovani presentano: Depistaggi possibili e Amori impossibili Saranno presenti: SALVATORE BORSELLINO fratello di Paolo, STEFANO MORMILE fratello di Umberto, PAOLO BORROMETI (da remoto) giornalista e scrittore e DAVID GENTILI presidente commissione antimafia del Comune di Milano 2012-2021. Per Info: cpg.cornaredo2@gmail.com -391.7240402 Comune di Cornaredo KONE KOINECOOPERATIASOCIAIEONUS COOPERATIVA"