costruzione giocattoli
Laboratori costruzione giocattoli a Novate
9 Maggio 2019
equipe koine
Welfare integrato in partenza a Tradate
20 Maggio 2019
Mostra tutto

Eletto il nuovo CdA di Koinè

Pulici, Chiesa, Radaelli, Crusi, Rota, De Biasi, ranci

Pulici, Chiesa, Radaelli, Crusi, Rota, De Biasi, Ranci

Paola Radaelli è stata riconfermata Presidente di Koinè cooperativa sociale onlus nell’assemblea soci del 14 maggio 2019 che si è tenuta nei locali dell’asilo nido di Vimodrone “Piccoli passi”. Nel mandato triennale sarà affiancata da Elena Crusi quale Vice Presidente e dal Consiglio di Amministrazione formato da Simona Rota, Susanna De Biasi e dai nuovi eletti Enrica Ranci Ortigosa, Giovanni Pulici, Simona Chiesa.

L’assemblea ha approvato all’unanimità il bilancio 2018.
La serata è stata anche l’occasione per presentare la bozza del Bilancio sociale 2018, che racconta ciò che attiviamo in termini di valore sociale, sia per i nostri soci sia nelle comunità dove operiamo.

Nell’assemblea soci del 2018 il Consiglio di Amministrazione aveva chiesto e ottenuto un ulteriore anno di mandato per poter concludere il lavoro avviato.

“È stato un anno di intenso lavoro in cui abbiamo continuato a monitorare i processi avviati con la riorganizzazione. Parallelamente, a partire dal mese di ottobre 2018, abbiamo avviato un percorso di promozione della partecipazione dei soci alla governance della cooperativa a cui hanno aderito un gruppo di soci/e che hanno deciso di mettersi in gioco. Insieme ci siamo confrontati sui valori che sono alla base della nostra Cooperativa, sul valore sociale del lavoro, sulla responsabilità di un consigliere e sugli aspetti gestionali, organizzativi ed economici legati a questo ruolo e fondamentali per garantire a Koinè sostenibilità e futuro” racconta Paola Radaelli.

soci in assemblea
Questa esperienza di partecipazione ha permesso a tutti di rinnovare la motivazione, la passione e il desiderio di contribuire al futuro di Koiné e presentarsi all’Assemblea dei Soci con una nuova vitalità e con la voglia di partecipare, attraverso il confronto e il dialogo con gli altri.

Tra i partecipanti al percorso quattro soci hanno deciso di candidarsi per la prima volta al ruolo di consigliere nel nuovo CdA, insieme a quattro degli otto consiglieri uscenti.

Queste, in sintesi, le motivazioni che hanno spinto i soci eletti a candidarsi:

Simona Rota, socia dal 2000, in CdA dal 2007 e Vice Presidente nello scorso mandato.
“Sono interessata ai processi di partecipazione, innovazione e progettazione sociale.  Mi appassiona lo studio delle trasformazioni culturali, sociali ed economiche dei contesti in cui operiamo, la lettura dei problemi, la formulazione di ipotesi, collaborative e generative. Mi piace lavorare con le persone, risorse preziose di ciascuna comunità, fare rete e sviluppo.“

Simona Chiesa, socia dal 2009 “Entrare in un organo collegiale significa essere convinti che, per quanto faticosa, una decisione condivisa vale più di una decisione individuale perché frutto di pensieri multipli e quindi di punti di vista che arricchiscono e contribuiscono a una visione di insieme.”

 Susanna De Biasi, socia dal 2000 e già membro del CdA precedente “Ho potuto constatare come l’apporto di pensieri e di visioni differenti, nello specifico legate ai temi ambientali e sociali che mi appartengono, sia stato proficuo per elaborare approfondimenti che portano a scelte non sempre facili ma certamente più corali e rappresentative”.

 Giovanni Pulici, socio dal 2006 “Ho scoperto un gruppo di persone motivate e piene di risorse e mi sono trovato a condividere alcuni dei miei valori personali con altre persone. Questo, insieme alla volontà di fare di più per la cooperativa, mi ha spinto a volermi mettere in gioco”

 Elena Crusi, socia dal 2003 “Il cammino di questi anni è stato complesso, ha generato continue domande, provocato preoccupazioni, richiesto decisionalità, capacità di decentrarsi, di posizionarsi, di dialogare, di costruire pensiero comune, di tenere insieme tradizione e innovazione, creare ponti tra passato e futuro …mi piacerebbe poterne fare ancora esperienza.”

 Enrica (Chicca) Ranci Ortigosa, socia dal 2008 “In questa fase di cambiamenti ritengo importante impegnarsi sempre di più per contribuire al futuro della cooperativa e spero di poter dare un contributo significativo in questo senso; di certo il mio impegno sarà in questa direzione. Ritengo che la collaborazione con un gruppo di “nuovi” colleghi sia per me anche un’occasione di crescita personale, di arricchimento e di messa in gioco”.

Paola Radaelli, socia dal 1998, presidente uscente “Nell’ultimo mandato, insieme agli altri consiglieri, abbiamo lavorato per promuovere percorsi di partecipazione per i soci alla vita della cooperativa e, contemporaneamente, abbiamo avviato un processo di riorganizzazione che stiamo ancora sperimentando e affinando. Credo sia importante continuare ad accompagnare tali processi, attraverso l’ascolto dei soci, con la convinzione che cooperare significhi prima di tutto condivisione e confronto. Solo così è possibile guardare insieme al futuro”