L’importanza di leggere ad alta voce ai bambini

consegna tovaglietta parco lura
Fatti un selfie e spargi la cuLtURA al parco Lura
1 Dicembre 2020
novate cult logo
NovateCULT tra poesia, fotografia, musica e arte
7 Dicembre 2020
Mostra tutto

L’importanza di leggere ad alta voce ai bambini

leggiamo insieme

Uno degli strumenti più potenti che oggi abbiamo a disposizione sapete che cosa è? Vi dò alcuni indizi: vive nelle nostre case, a volte è un po’ impolverato, può essere molto piccolo, medio o addirittura gigante. Qualcuno lo tiene con cura e dedizione e di solito ogni bambino ha il suo preferito…Avete capito di cosa si tratta? Ebbene Sì: uno degli strumenti più potenti che esista sul nostro pianeta terra è IL LIBRO.
I libri sono in grado di far viaggiare il lettore più grande, risvegliare emozioni e suggerire immagini. I libri possono far nascere un modo di pensare o rimodellarne di nuovi. Insomma, riescono a non lasciare indifferenti coloro che si immergono nella lettura e godono di essa.

Ma la cosa straordinaria è che il potere dei libri ci influenza fin da quando siamo piccolissimi…Infatti, dovete sapere che l’attività di LETTURA CONDIVISA AD ALTA VOCE DI UN LIBRO CON I PIU’ PICCINI E’ IMPORTANTISSIMA PER:

  • La relazione e lo sviluppo emotivo. Leggere ad alta voce e condividere con mamma/papà un libro crea un momento importante tra genitore-bambino: si condivide un tempo ricco per entrambi, che può nutrire la mente e permette di scoprire insieme cose nuove e diverse, seguendo anche quelli che sono gli interessi del proprio bambino…
  • La comunicazione. Leggere ad alta voce e condividere con mamma/papà un libro, facendo in modo che il vostro bambino si sieda accanto a voi permette una COMUNICAZIONE FACCIA A FACCIA e in questo modo si applica quella che è la RECIPROCITÀ INSITA DELL’ATTO COMUNICATIVO. Si ha quindi la possibilità di TRASMETTERE E RECEPIRE MESSAGGI UTILIZZANDO PIÙ INFORMAZIONI CONTEMPORANEAMENTE NELLA LORO MULTIMODALITÀ (SGUARDI, GESTI). Inoltre, si impara a riconoscere I MESSAGGI CHE IL PROPRIO BAMBINO INVIA SIA VERBALI CHE NON VERBALI e le diversità delle forme utilizzate per esprimere le sue funzioni comunicative.
  •  L’attenzione condivisa. Leggere ad alta voce e condividere con mamma/papà un libro significaCONSOLIDARE E SOSTENERE uno dei PREREQUISITI FONDAMENTALI della COMUNICAZIONE: LA TRIANGOLAZIONE DELLO SGUARDO, questo infatti è un prerequisito che emerge nei primi mesi di vita.
  • Lo sviluppo cognitivo. Leggere ad alta voce e condividere con mamma/papà un libro amplia L’IMMAGINAZIONE, LA MEMORIA, L’ORIENTAMENTO, LE ABILITÀ VISUO-SPAZIALI, PRASSICHE E NUMEROSE FUNZIONI ESECUTIVE.
  • Lo sviluppo linguistico. Leggere ad alta voce e condividere con mamma/papà un libro AMPLIA E STIMOLA L’APPRENDIMENTO DI NUOVE PAROLE E STRUTTURE MORFOSINTATTICHE (in relazione allo sviluppo prossimale del bambino). Inoltre, favorisce L’ASCOLTO E L’ATTENZIONE da parte delbambino a tutta una serie di aspetti SOVRA-SEGMENTALI come ad esempio la prosodia, accrescendo l’interesse verso il linguaggio, la narrazione e il coinvolgimento nell’apprendimento della lettura.
  • Molto altro ancora…

E allora non ci resta che andare a cercare questo piccolo-grande tesoro nelle nostre case e buona lettura.

(testo di Beatrice Lenzi logopedista del centro Astrolabio)