Libri e giochi da fare a casa proposti da @Passipiccoli

asilo nido capiago
Prosegue la sospensione dei servizi
26 Febbraio 2020
Videoconsulenze con gli psicologi di Astrolabio
12 Marzo 2020
Mostra tutto

Libri e giochi da fare a casa proposti da @Passipiccoli

giochiamo con il dido

Asili e spazi socializzazione chiusi? Niente paura, ci sono un’infinità di giochi che si possono fare con i bambini 0-3 anni, sia a casa che all’aperto. Le educatrici del progetto “PASSI PICCOLI COMUNITA’ CHE CRESCE: pensieri e azioni per contrastare la povertà educativa” hanno pensato a una serie di spunti da proporre alle famiglie (in aggiornamento).

Segui le indicazioni, divertiti  e se hai nuove idee mandale a  passipiccoli@koinecoopsociale.it le pubblicheremo sulla pagina fb Passi Piccoli, comunità che cresce

IL BAULE DELLE STORIE A CASA TUA

Stiamo confezionando alcune registrazioni per spedirvi a domicilio le nostre voci insieme alle parole e alle immagini dei libri contenuti nel “Baule delle storie”. Ci piacerebbe che ci diceste cosa ne pensate e che ci suggeriste altri albi, libri, storie, scriveteci.

le prossime storie le trovi su facebook

LEGGIAMO INSIEME

Leggiamo insieme un libro illustrato per bambini.

Anna ci legge ‘Solo un puntino’ di Elisabetta Pica, Chiara Vignocchi, Silvia Borando Editore: Minibombo

Altre favole lette dalle educatrici le trovi sul canale You Tube dedicato.

GIOCHI DA FARE A CASA

GIOCHIAMO CON LE LUCI E LE OMBRE

COME COSTRUIRE IL GIOCO DELLE OMBRE

Costruiamo insieme a casa un semplice gioco a tessere per abbinare forme e ombre di frutta e verdura

COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO

Come costruire un tavolo luminoso a casa, grazie alle indicazioni che ci illustra Valentina di Giocotanto 7su7 di Bollate

COLLAGE (dai 18 mesi in su)

Anche questo gioco è semplice e divertente. Vi occorrono:

  • piccoli pezzetti di carta colorata
  • uno stick di colla (in questo periodo di Carnevale potete usare i coriandoli)

Disegnate poi un’immagine semplice con quella di un animaletto o del gioco preferito di vostro figlio e aiutate il vostro bambino a completarla. Ricordate che la perfezione non esiste, lasciate spazio alla sua creatività.
In un attimo lo avrete aiutato a realizzare un quadro d’autore.


PERCORSO SENSORIALE

Camminare a piedi nudi è una bellissima esperienza per i bimbi ed inoltre ha anche effetti benefici, come lo sviluppo del tatto, della fiducia nel proprio corpo, la raccolta di numerose sensazioni diverse.

In casa, basterà procurarsi: un cuscino morbido, un tappeto, uno zerbino, un’asse di legno, una piastrella e tanti altri materiali che possono dare sensazioni diverse (morbido, ruvido, caldo, freddo, ecc). una volta scelti i materiali, disponeteli in sequenza e camminate insieme, a piedi nudi, scoprendo tante sensazioni nuove e diverse!

Potete, in alternativa, anche creare dei piccoli pannelli su cui poter camminare. Ad esempio, bastano delle base di cartone (un vecchio scatolone) su cui attaccare diversi materiali: tappi di sughero, tappi di bottiglie di plastica, tappi di metallo, cotone, spugne, e molto altro che vi viene in mente, per creare un percorso sensoriale divertentissimo!

BOTTIGLIETTE MAGICHE/SENSORIALI

bottigliette sensorialiLe bottigliette sono pensate per stimolare l’interesse visivo, sonoro e tattile nel bambino.

BOTTIGLIETTE SONORE

Ai bambini piace moltissimo ascoltare e scoprire i suoni che lo circondano. In una giornata casalinga si possono però creare delle bellissime maracas!

Basterà procurarsi:

  • Piccole bottigliette di plastica
  • Legumi (diversi tipi di legumi creano diversi suoni!)
  • Pasta piccola
  • Farina della polenta
  • Colla a caldo

Basta versare il contenuto scelto nella bottiglietta, chiuderla col tappo e sigillarlo con la colla a caldo per creare tantissimi tipi di suoni diversi!

BOTTIGLIETTE COLORATE

I bambini davanti ai colori rimangono sempre affascinati, quindi proviamo a costruire delle bottigliette colorate.

Basterà procurarsi:

  • Piccole bottigliette di plastica
  • Cannucce di colori diversi da tagliare in pezzi più piccoli oppure pom-pom colorati
  • Colorante alimentare
  • Acqua da versare nella bottiglietta
  • Colla a caldo

Versare gli oggetti colorati all’interno della bottiglietta, riempirla per più della metà di acqua, versare al suo interno del colorante alimentare, chiuderla col tappo e sigillarlo con la colla a caldo. A questo punto il bambino potrà prendere in mano la bottiglia, capovolgerla, scuoterla e osservare gli oggetti al suo interno muoversi dolcemente.

GIOCHIAMO CON IL GUSTO

Un altro bellissimo gioco è riconoscere un alimento dal suo sapore. Possiamo proporre al bambino alimenti dai sapori molto diversi, come marmellata, yogurt, frutta, limone, arancia, pompelmo e capire con lui che sensazioni si provano ad assaggiare quei cibi.

IL CESTINO DELLE SORPRESE

Il cestino delle sorprese è un gioco rivolto ai bambini di età compresa fra i 6 e i 12 mesi, particolarmente adattO ad allenare il coordinamento occhi-mano e a favorire lo sviluppo dei cinque sensi. Il cestino raccoglie una variegata scelta di oggetti comuni (non giocattoli), oggetti diversi e ‘misteriosi’ che offrono la possibilità di esercitare tatto e oralità con grande soddisfazione.
Maneggiando, succhiando, rigirando in bocca gli oggetti i bambini fanno scoperte relative al peso, alle dimensioni, alla forma, alla consistenza, al rumore, all’odore e quando scelgono un oggetto possiamo immaginare che si stiano chiedendo: ‘che cosa è?’

cestino delle sorpreseCome si prepara il cestino dei tesori? E’ opportuno usare un cestino di vimini o una scatola di scarpe in modo che il bambino possa ‘frugare’ dentro a suo agio afferrando l’oggetto prescelto. Naturalmente, deve essere mantenuto in buone condizioni – allo stesso modo degli oggetti al suo interno che vanno puliti e lavati – ed è indispensabile sostituirlo nel caso si danneggi.  Il contenuto del cestino dovrebbe essere continuamente rinnovato e dobbiamo renderlo sempre interessante aggiungendo nuovi oggetti in modo che il bimbo possa variare, ogni volta, la sua esplorazione. Una buona idea è quella di mettere da parte gli oggetti sostituiti per alternarli e riproporli, eventualmente, dopo alcuni giorni.

Il  ruolo degli adulti è quello di spettatori, non c’è bisogno che gli offriate gli oggetti o che gli mostriate come impugnarli. Parlate il meno possibile, lasciatelo esplorare immerso nella sua concentrazione. La sola vostra presenza è sufficiente per dargli sicurezza. Siate una presenza premurosa ma non attiva. Sarà lui a farvi capire quando vorrà condividere quest’esperienza, sorridendovi oppure offrendovi un oggetto. Durante il gioco i bambini dimostrano una grande capacità di concentrazione, il gioco riesce a coinvolgerli per intervalli di tempo che, considerata l’età, sono sorprendenti.

Cosa mettere nel cesto? oggetti vari che hanno la caratteristica di essere “non strutturati”, sono cioè oggetti molto semplici di uso quotidiano. Evitate i giocattoli.  

Oggetti naturali: pezzi di fibre naturali come cotone, lana e lino; pigne di differenti misure, grossi ciottoli (lavati), conchiglie; un limone non trattato; grandi castagne; spugna naturale; zucche essiccate; grandi tappi di sughero; pietra pomice; nocciolo di avocado; arancia non trattata e altri frutti ; grosse noci, legnetti, stecche di vaniglia,

Oggetti di uso quotidiano: piccoli cestini; spazzola di legno; spazzolino da denti; pennello da barba, saliera pepiera, scovolino, spugne, piumino da cipria, bigodini, bobine da filo

Oggetti di legno: scatolette in legno, cilindro di legno; sonagli. Perle colorate legate con una stringa; anello da tenda grande; uovo per cucito; cucchiaio; spatola; portauovo, cucchiaio del miele, spremiagrumi di legno, pennelli, cubi di legno, mollette da bucato,

Oggetti di metallo:  frusta per le uova piccola; schiaccia patate, mazzo di chiavi; anello da tenda in ottone; anelli da chiavi legati assieme; piccola cornice di metallo; coperchi di tutti i tipi; imbuto; armonica; colino da tè, carta stagnola, sottobicchieri

 Oggetti in stoffa, gomma: Sacchettini di stoffa cuciti contenenti lavanda, rosmarino, timo, chiodi di garofano o altro, guanti di gomma, centrini, stampi in silicone per torte e biscotti, nastrini colorati,

Carta e cartone: block notes piccolo con spirale, scatoline di cartone; rotoli esauriti di carta igienica, pirottini,

PREPARIAMO IL DIDO’

giochiamo con il didoEcco come preparare in casa la pasta per modellare, con pochi ingredienti:
COSA SERVE
• 2 tazze di farina bianca
• 2 tazze di acqua
• 1 tazza di sale fino
• 1 cucchiaio di olio
• 1 cucchiaio abbondante di cremor tartaro (si trova in farmacia o al supermercato nel reparto degli ingredienti per dolci)
• Coloranti alimentari

PREPARAZIONE
Mescolare gli ingredienti solidi in una ciotola.
A parte mescolare acqua, olio e colorante alimentare e mettere a scaldare fino a inizio bollitura.
Amalgamare il tutto e mettere a riposo in un contenitore coperto da una pellicola trasparente, fino al raffreddamento e all’utilizzo.
Il didò fatto in casa si conserva in frigorifero, chiuso in un barattolo, per circa 3 mesi.

 

LIBRI

LIBRI AFFETTIVI

  • E.Jadoul “Le mani di papà” Babalibri, 2013

LIBRI PER AFFRONTARE LE PAURE una piccola selezione:

  • M.D’Allencè “Quando avevo paura del buio” Babalibri
  • M. Waddell, P. Benson “Tre piccoli gufi” Edizione Mondadori
  • C. Petit “Piccolo buio” Il Castoro